QUALITÀ DEL PAESAGGIO

P1010448DSCF6308

APPROFFONDIMENTO

OBIETTIVI

Il presente progetto si basa sulla nuova politica agricola della Confederazione per il periodo 2014 – 2017, varata nella sessione primaverile del 2013, che contempla un nuovo sistema di pagamenti diretti nella forma di contributi per la qualità del paesaggio che sono rapportati alle situazioni peculiari di una data regione
Per il Cantone Ticino è stato riconosciuto quale ubicazione ideale per il primo progetto cantonale il comparto della Valle Verzasca. Ciò è dovuto a vari aspetti. In primo luogo esso è già stato oggetto del primo progetto di analisi del paesaggio comprensoriale. In secondo luogo nella valle sono in corso varie iniziative di progetto che riguardano da vicino anche il mondo agricolo, tra di esse citiamo il progetto di sviluppo regionale (PSR) “Centro agricolo Valle Verzasca” ed il progetto “Paesaggio Valle Verzasca – interventi prioritari di valorizzazione del paesaggio (2012 – 2016)”. Oltre che per queste iniziative, la Valle Verzasca ben si presta quale progetto pilota grazie alla sua estensione ben delimitata e limitata, così come per la sua vitalità a livello agricolo testimoniata dalla presenza dell’Associazione agricoltori della Valle Verzasca (AAVV) e di 48 aziende agricole composte da 50 unità di produzione. Questa è affiancata dalla Fondazione Verzasca (FV) che si occupa del coordinamento e della promozione di progetti inerenti il paesaggio. Si hanno quindi due attori molto dinamici che hanno già dimostrato un buon affiatamento con l’elaborazione del già citato PSR. Non va inoltre dimenticato come le peculiarità del paesaggio della Valle Verzasca rappresentino uno dei maggiori punti di forza per l’attrattiva del turismo nella regione.

STATO PROGETTO

Il comprensorio di progetto è stato suddiviso in unità paesaggistiche (fondovalle, pendii, zone terrazzate ecc.).

La Valle Verzasca è una regione molto variegata dal lato paesaggistico in cui la natura ed il territorio hanno ancora una grande valenza culturale molto apprezzata sia dagli indigeni che dagli innumerevoli turisti che qui vengono in cerca di riposo e svago. Con una gestione sostenibile e sensibile della natura e dell’ambiente gli agricoltori promuovono, nell’interesse della popolazione e del turismo, la varietà di strutture antropiche e naturali, di specie animali e vegetali e in genere di un paesaggio rurale tradizionale composito.
Pertanto, tramite le attività delel aziende agricole, che saranno maggiormente compensate tramite i pagamenti diretti, sono stati definiti i seguenti obiettivi:

  • Mantenere un paesaggio ricco di strutture
  • Mantenere e valorizzare il paesaggio culturale tradizionale degli alpeggi e dei pascoli comuni
  • Mantenere e promuovere un paesaggio colorato e ricco di fiori
  • Mantenere i metodi di coltivazione tradizionali
  • Promuovere la viticoltura tradizionale
  • Mantenere e valorizzare le selve castanili e i boschi pascolati
  • Mantenere il mosaico tipico “bosco – paesaggio aperto”
  • Mantenere e valorizzare il paesaggio golenale
  • Mantenere e valorizzare i sentieri storici (carraie e scalinate)

FINANZIATORI

In considerazione del carattere “Progetto Pilota”, la fase di progetto è stata interamente finanziata dall’Ufficio della natura e del Paesaggio del Cantone Ticino.

CONTO BANCARO
conto Bancario: CH97 8028 0000 0010 2104 5